Lo Storione

Lo storione è uno dei più grandi pesci d’acqua dolce e salmastra che si trovano in Europa.

 

In mare preferisce i fondali sabbiosi e con una profondità media tra i 40 ed i 150 metri.
Diversamente nei fiumi  predilige quelli a grande portata con correnti lente e che presentano aree con buon profondità, fondali melmosi, ghiaiosi o sabbiosi.

Si alimenta preferibilmente di notte, nutrendosi di altri pesci, crostacei o molluschi.

Dalle uova dello storione si ricava il rinomato caviale.

 

La Carpa

La Carpa è un pesce d’acqua dolce che di i solito vive nei fiumi a corso lento e nei laghi, ma si adatta molto bene in qualsiasi habitat.

DESCRIZIONE

Le sue dimensioni variano tra i 30 e i 60 cm ed il peso è solitamente compreso tra i 3 e i 35 kg.

Il corpo della carpa è di forma ovaloide allungata, con dorso convesso poco sopra la testa che si presenta di forma triangolare e con muso poco appuntito. La bocca è protrattile ed è munita di 4 barbigli carnosi.

La pinna dorsale è lunga e presenta solitamente dai 18 ai 24 raggi.

La livrea della carpa è bruno-verdastra con riflessi color bronzo sul dorso ed i fianchi, mentre il ventre si presenta di color giallastro.

TECNICA DI PESCA

La carpa viene pescata principalmente con la tecnica del “carpfishing”, ovvero pesca a fondo.
Questa tecnica prevede un assoluto rispetto del pesce.

 

 

 

Il laghetto Trote e Pesci Gatto

Il laghetto attivo durante il periodo invernale.
Vengono introdotte differenti specie di trote:

  • Salmonata
  • Iridea
  • Fario

La pesca è consentita con massimo due canne per persona ed è vietata la pasturazione.
Il pesce catturato può essere asportato.

REGOLAMENTO

Importante: Ogni pescatore che accede ai laghi per la prima volta è tenuto ad associarsi. La richiesta di associazione viene effettuata in loco, il rilascio della tessera avviene solitamente entro i 30 giorni successivi.
La quota prevista è di 5 euro ogni anno.